Home Page : Articolo : Stampa
 
 Francoforte: Benvenuto Spotter!
di Giorgio De Salve Ria del 11/07/2012 ore 17:25:38, in Spotting, linkato 948 volte
Quando si dice: “Spotter friendly”

In attesa della pubblicazione completa del viaggio a Francoforte, il 6-7-8 luglio, peraltro appena concluso, compiuto da una nostra delegazione, desideriamo anticipare, con qualche immagine opportunamente dedicata, in che maniera questo grande Aeroporto abbia interpretato così positivamente e con lungimiranza il tema dell’accoglienza turistica.

Data l’importanza della location e il momento di crisi del mondo spotteristico italiano, vessato dalle ultime inattese determinazioni di ENAC, era presente anche il nostro Presidente, determinato nell'intento di osservare da vicino le attività di promozione dell’Aeroporto di Francoforte e trasmettere a tutti questa esperienza unica.

Per quanto riguarda strettamente le attività di spotting, le autorità non hanno lasciato nulla al caso, anzi nel principale aeroporto tedesco, esse hanno pensato molto attentamente a noi spotter.



Partiamo dal Flughafen Rundfahrte, desk sito all’Airport City Mall Level “0” del Terminal 1, lì è possibile acquistare i biglietti per i vari tours dell’aeroporto, e da lì partono, ma l’unico che non richiede prenotazione è il Mini Tour da 45 minuti.

Questo tour, che non richiede alcuna verifica documentale dei partecipanti, dopo un primo trasferimento nell’area controllo di sicurezza (Tunnel ed RX bagaglio) a bordo di un bus doppio snodabile, entra in rampa dal T2 e percorre tutta la viabilità interna - lato volo - dal T2 al T1-Lufthansa all’area tecnica e rientro.

 

Un’ottima opportunità per avere una visione ravvicinata degli aeromobili al parcheggio e in fase di rullaggio.


Tour dal costo contenuto che comprende anche la possibilità d’ingresso alla terrazza per la medesima giornata, garantendo quindi un'osservazione complessiva del contesto aeroportuale, invogliando al tempo stesso il visitatore a trascorrere l’intera giornata in aeroporto. Il tour è disponibile giornalmente in orari differenti, dando la possibilità anche alle famiglie di avvicinarsi al “sistema” aeroportuale in modo più elastico.

Sono poi disponibili altre 9 tipologie di tour diversi per grandi e piccoli, giorno e notte, in rampa o presso i VV.FF., così come presso l’adiacente museo Zeppelin o ancora a bordo dell’Airbus A-380, tutti ampiamente dettagliati e prenotabili da internet, questo al fine di garantire ai vari gruppi e alle scuole la migliore organizzazione.

L’aeroporto è dotato poi di un'ampia terrazza scoperta al T2 (abbiamo stimato possa ospitare contemporaneamente circa 500 visitatori) a cui si accede dopo un accurato controllo radiogeno + tunnel.


La location è molto interessante perché offre la possibilità di avere una visione molto ravvicinata e completa delle operazioni di handling e contemporaneamente l'osservazione diretta di atterraggi e decolli dalle 2 piste parallele.






Esattamente in corrispondenza della terrazza è comunque possibile sistemarsi e pranzare all’interno del terminal al tavolo di un noto fast food.

Sia il Tour Desk che la terrazza risultano comunque facilmente identificabili sia dagli spotter che dai passeggeri in transito, ma soprattutto accessibili ed estremamente interessanti in termini di cultura aeronautica.

In ogni area dedicata sono allestiti pannelli descrittivi della conformazione dell’aeroporto e le varie tipologie di aeromobili, senza dimenticare i distributori automatici di bevande e le toilettes.

Non mancano materiali informativi di ogni tipo: poster, timetable e giornalino aeroportuale disponibili ovunque. Tutti servizi che garantiscono comunque un ottima visibilità marketing al brand aeroporto.



Risulta altresì importante segnalare in ogni location, tour o terrazza, la completa accessibilità per persone diversamente abili.

Per quanto riguarda la parte esterna del sedime aeroportuale, sono da segnalare 2 zone liberamente accessibili e allestite a quota sovrastante rispetto alla rete di recinzione, completamente dedicate all’osservazione delle attività aeroportuali.


Si tratta di 2 aree allestite con gradoni e sedute, raggiungibili in soli 5 minuti dai parcheggi opportunamente dedicati, a piedi o in bicicletta.



La caratteristica davvero interessante da segnalare è che il perimetro aeroportuale esterno  è completamente ciclabile, allestito con segnaletica e facilmente raggiungibile dalla rete stradale ordinaria.


Adiacente alla perimetrale esterna della nuova quarta pista, solitamente utiilizzata per atterraggi Nord-Sud, vi è un lungo terrapieno che sovrasta la rete di recinzione e costituisce un ottimo punto di osservazione e fotografico, soprattutto nelle ore mattutine.



Lungo la strada sterrata è continuo il passaggio di ciclisti e famiglie.



Per concludere, qualche riflessione sull'esperienza germanica:
  • Dall'accuratezza delle infrastrutture appositamente dedicate al cittadino, abbiamo percepito una forte attenzione delle Autorità già nella fase progettuale dell'Aeroporto.
  • Gli addetti con cui abbiamo avuto motivo di interagire hanno evidenziato tutti un profondo e convinto senso di orgoglio per il grande aeroporto e per le sue ricadute socio-economiche sul territorio circostante.
  • Le infrastrutture esterne, progettate e realizzate ad hoc con una visione complessiva del loro utilizzo, hanno contribuito a nobilitare il territorio circostante, anche per il fatto che, secondo quanto riteniamo di aver capito, molto stretta e spesso anche sofferta è stata l'interazione istituzionale tra gli Enti aeroportuali e il Territorio per tutto il periodo della sua crescita, tuttavia i risultati sono certamente molto ben visibili e apprezzati.

Per ogni dettaglio relativo ad orari, giorni di apertura, prenotazioni, tariffe e tipologie di tour, visitate il sito www.frankfurt-airport.com (nella pagina shop & enjoy).

Gabriele Cavallotti