ssi_menu_up

Glossario Aeronautico di Clipper

 

TAS (True Air Speed – Velocità Vera all’aria) È la velocità vera con cui le molecole d’aria scorrono lungo le superfici dell’aereo in volo; si ottiene partendo dalla velocità indicata dallo strumento anemometro (IAS) sommando o sottraendo l’errore di postazione (dovuto all’assetto dell’aereo alle basse velocità), l’errore di densità (dovuta all pressione e alla temperatura esterna) e all’errore di comprimibilità dell’aria alle alte velocità nell’interno della presa dinamica.
TCAS (Traffic Alert Collision Avoidance System - Sistema di allarme di bordo per evitare aerei in rotta di collisione) È un sistema anticollisione, il cui scopo è ridurre il rischio di incidenti in volo tra due aerei. Attraverso un monitor, il pilota è in grado di controllare lo spazio circostante il proprio velivolo, rilevando con largo anticipo l’eventuale presenza di altri aerei nelle vicinanze. Ciò è reso possibile mediante l’utilizzo del trasponder, che permette di indicarne la posizione sui monitor. Tale dispositivo è dotato, inoltre, di allarme sonoro, grazie al quale il pilota può, dunque, evitare collisioni in volo.
TMA (Terminal Area – Area Terminale) Spazio Aereo controllato dall’Area Control Center, cui confluiscono le areovie e nell’ambito della quale si trovano una o più “CTR” o spazi controllati per l’avvicinamento finale degli aeroporti strumentali.
TRANSPONDER (Trasponditore) Complesso radar costituito da un trasmettitore di impulsi o interrogatore e un risponditore apparato che restituisce l’impulso che decodificato dalla stazione trasmittente, fornisce diverse indicazioni di identificazione e di distanza. Il transponder di bordo restituisce al radar di terra la propria traccia radar, la posizione (Classe A) e la propria quota di volo (Classe C) se collegato all’Encoding Altimeter (Altimetro codificatore).
TRIM (Compensatore aerodinamico) L’assetto di un aereo è dovuto al movimento della barra (volantino) che il pilota spinge o tira a sè per eseguire le manovre desiderate. Poiché la salita o la discesa di un aeroplano comporta una variazione dell’angolo di incidenza dell’ala, il trim, costituito praticamente da un’aletta aggiuntiva posta sul bordo di uscita dei piani mobili di coda, debitamente regolata, azzera lo sforso che il pilota dovrebbe applicare sui comandi per mantenere costante l’angolo di incidenza. Il Trim viene utilizzato, per il medesimo principio, per compensare lo sforzo anche sui movimenti di rollio (asse longitudinale) e imbardata (asse verticale).
Tubo di PITOT (Sonda per captare la pressione d’impatto e statica dell’aria durante il volo) È lo strumento, generalmente installato sulla parte inferiore della prua dell’aeromobile, preferibilmente in zona dove non siano presenti turbolenze, al fine di captare i due valori di pressione, che lo strumento anemometro di bordo provvede a tradurre al pilota, con valori di velocità all’aria, su una scala graduata espressa in Nodi (KTS).
TWR (Tower - Torre di controllo) È l’Ente deputato dalla normativa ICAO ad autorizzare il movimento di persone, veicoli o aeromobili sull’aeroporto o nelle sue vicinanze, al fine di prevenire collisioni tra aeromobili o tra aeromobili e veicoli o ancora con ostacoli nell’area di manovra. L’esercizio di tale controllo è finalizzato ad ottenere un ordinato e spedito flusso di traffico aereo per assicurare il servizio di controllo della circolazione per il traffici di aeroporto.
TWY (Taxiway - Via di rullaggio) È il percorso predefinito che è destinato al rullaggio degli aeromobili per raggiungere differenti aree dell’aeroporto: ad esempio il percorso predisposto per accedere e uscire dai parcheggi, per attraversare i piazzali, oppure i collegamenti dei piazzali con le piste definiti “raccordi” o ancora i raccordi di uscita veloci dalle piste, posizionati ad angolo acuto per permettere all’aeromobile di completare direttamente sul raccordo la sua decelerazione dopo l’atterraggio.

 

ssi_menu_dx